Europa

Una giornata a Gent – La meraviglia continua

Spread the love

Eccoci alla seconda parte del Viaggio “Bruxelles, Gent e Bruges” ..

Se non hai letto il primo articolo su Bruxelles clicca qui Bruxelles, Gent e Bruges – 4 giorni di meraviglie

Il prossimo su Bruges invece si trova qui  Bruges – Il paese della Birra e della cioccolata

Riassumendo…

PRIMA DI TUTTO

Periodo : dall’8 al 12 Dicembre 2016

Volo :  prenotato il 20 Novembre , andata easyjet (43 €) ritorno con Ryanair (38€). Totale Andata e Ritorno Milano (Malpensa) – Bruxelles (Zaventem) : 81 €

Itinerario: 

1° Giorno : Bruxelles

2° Giorno : Gent

3° Giorno : Bruges

4° Giorno : Bruxelles

DA BRUXELLES A GENT … E A BRUGES

Raggiungere Gent o Bruges è facilissimo. Basta prendere il treno da Gare du MidiGare Central o da Gare du Nord. C’è un treno ogni mezz’ora circa. Ovviamente partendo da Gare du Nord avrete più probabilità di sedervi perché già a Gare Central il treno si riempie.

Per arrivare a Gent (a metà strada circa tra Bruxelles e Bruges) ci si impiegano circa 30 minuti.

Per arrivare a Bruges ci vuole poco meno di 1 ora.

Come spendere poco più di 10 € per Gent andata e ritorno?

Basta andare sul sito delle Ferrovie Belghe  NMBS/SNCB e scegliere l’opzione WEEKEND TICKET INTERNET andata e ritorno. Vi permetterà di risparmiare anche più del 50% del biglietto. Una volta completato il pagamento riceverete i biglietti via email. Sarà sufficiente mostrarli al controllore anche dal vostro smartphone. Potete prenotarli anche fino al giorno prima.

Se siete under 26 potete fare il GO PASS 1 – Spenderete circa 12 € sia per andare a Bruges che a Gent. A volte si trova anche la promozione TICKET SHOPPING (valido nel weekend) , ancora più conveniente (io ho speso 10 € andata e ritorno per andare a Bruges!!!).

Dalla stazione di Gent al centro

Gent è stupenda, un vero gioiello. A soli 30 minuti di treno da Bruxelles. Una gita in giornata è sufficiente per visitarla tutta. Noi siamo partiti la mattina presto verso le 9.00 da Gare du Nord. La stazione principale di Gent si chiama Gent Sint Pieters  e si trova a circa 3 km dal centro (almeno 35 minuti a piedi). Una volta in stazione a Gent se non volete farvela a piedi per arrivare in centro potete prendere il Tram n° 1 che si trova a circa 200 metri a sinistra, di fronte alla stazione degli autobus extraurbani. Vi porterà in centro in circa 15 minuti. Non mi esprimo sul costo del biglietto perché avevo letto che il costo era pari a 1,30 € se comprato in biglietteria…noi invece lo abbiamo pagato 3 € in biglietteria! Un amico che vive là ci ha raccontato che i prezzi  dei trasporti effettivamente sono raddoppiati..attendiamo fonti più autorevoli per scoprire la verità 😉 In ogni caso potete scendere alla fermata Korenmarkt per iniziare la vostra visita in centro.

GENT

Short List – 12 cose da non perdere in ordine casuale

1. Passeggiare per il centro di Gent o Gand

Il centro di Gent si può girare tranquillamente a piedi, tutte le principali attrazioni sono tutte abbastanza vicine. Passeggiare per il centro perdendosi nei meravigliosi vicoli colorati che la circondano è sicuramente la prima cosa dare a Gent.

2. Chiesa di San Nicola – Sint Niklaaskerk

Bellissima chiesa costruita nello stile gotico della Schelda, soffitti altissimi e vetrate colorate. Molto suggestiva anche dall’esterno. Ingresso gratuito.

Chiesa di San Nicola

3. Cattedrale di San Bavone – Sint Baafskathedraal

Assolutamente un Must a Gent (o Gand) , stupenda cattedrale dalla struttura veramente imponente nella quale è possibile vedere, a pagamento (4 €) , il Polittico dell’agnello mistico, una delle opere più famose dei fratelli Van Eyck. Ingresso gratuito invece per ammirare la cattedrale che venne definita la “Manhattan del Medioevo”, un reale esempio di architettura gotica.  Durante la nostra visita  il Polittico dell’agnello mistico era in restauro e quindi purtroppo non lo abbiamo visto. Vorrà dire che ci torneremo 😉

Ecco di seguito gli orari per visitarla:

  • Dal 1 aprile al 31 ottobre: aperta dalle 8.30 alle 18.00 (visita all’Adorazione dalle 9.30 alle 17.00)
  • Dal 1 novembre al 31 marzo: aperta dalle 8.30 alle 17.00 (visita all’Adorazione dalle 10.30 alle 16.00)
  • La domenica, i visitatori sono ammessi dalle ore 13.00

Cattedrale di San Bavone

4. Graslei e Korenlei

Graslei e Korenlei rispettivamente note come “Riva delle Erbe” e “Riva del Grano”, sono due bellissime e colorate banchine sulle sponde del fiume che attraversa Gent Leie.  Conosciute una volta come il centro delle attività commerciali della città, oggi rappresentano uno degli angoli più fiabeschi e sicuramente turistici della città.

Graslei e Korenlei

5. Vrijdagmarkt – La piazza del Mercato

In origine era la sede di esecuzioni ed eventi popolari. Attualmente ospita il mercato il Venerdì mattina.

Piazza del Mercato

6. Castello di Gravensteen

Da non perdere almeno la visita all’esterno. Abbiamo tralasciato la visita interna. Il percorso dura circa 1 ora e l’ingresso ha un costo di 10 €.

Castello di Gravensteen

7. Assaggiare i Nasi di Gent – Cuberdon 

Il nome originale è Cuberdon ma sono conosciuti come “i nasi di Gent” per via della loro forma. Caramelle ripiene solitamente di colore viola perché al gusto di lampone anche se talvolta sono disponibili in altri gusti (neri: anice).  L’esterno è duro e zuccheroso mentre l’interno, a base di sciroppo, è gelatinoso/gommoso. Ed è proprio questa caratteristica che non possono essere esportati al di là del Belgio. Il morbido ripieno dura infatti soltanto 3 settimane. Fin troppo dolci per i miei gusti ma da provare per la territorialità ristretta della caramella.Quella originale si trova soltanto a Gent!

Cuberdon – I Nasi di Gent

8. Chiesa di San Michele – Sint-Michielskerk 

Si trova su uno dei ponti più storici e  monumentali della città di Gent: il ponte di San Michele. Il panorama da questo ponte è veramente impagabile. Scatterete delle foto stupende. Non siamo riusciti a visitarla all’interno perché chiusa. Resta aperta soltanto nei mesi che vanno da Aprile a Settembre dalle 14.00 alle 17.00.

Chiesa di San Michele –
Sint Michielskerk

9. Dulle Griet

Non la considero una vera e propria attrazione ma merita comunque una sbirciatina.. si tratta di un cannone rosso lungo ben 5 metri, con un calibro di 60mm! Si tratta di uno dei 5 pezzi d’artiglieria più grandi costruiti nel Medioevo: sparava proiettili che arrivavano a pesare anche 250 kg!!! Si trova lungo il fiume dopo la Piazza di Vrijdagmarkt.

Dulle Griet

10. Provare il Waterzooi da Chez Leontine 

Locale molto caratteristico all’interno di un vecchio edificio con le travi in legno a vista, troverete quattro ambienti su due piani con piccoli tavoli vicini. Qui potrete gustare i tipici piatti fiamminghi dalle classiche moule et frites (cozze e patatine), allo stufato di manzo cotto in 3 diversi tipi di birra, al Waterzooi (zuppa a base di pesce di acqua dolce, creme, porri, spezie, patate, uova e burro- esiste anche la variante a base di pollo). Su google Map non viene ancora indicato nonostante sia sempre pieno. Per arrivarci, dalla piazza Groetenmarkt, dovrete svoltare a destra nel vicolo cieco appena prima di attraversare il ponte Kleine Vismarkt sul fiume Leie. Si trova proprio tra la famosa birreria Het Waterhuis Aan De Bierkant ed il pub Dreupelkot. Accettano prenotazioni e vi consiglio di prenotare per non fare file o rischiare di non trovare posto. La vista sul fiume illuminato, soprattutto dal piano alto è davvero stupenda. Porzioni estremamente abbondanti e favolose. Servizio un pochino lento ma la bontà dei piatti vi ripagherà dell’attesa. La spesa è nella media, sui 20 € a persona.

Chez Leontine – Waterzooi e stufato cotto nelle 3 birre trappiste

11. Groentenmarkt

Antica piazza nel centro di Gent sede (intorno al XIV secolo) del Mercato del bestiame e successivamente del pesce. Se volevi la carne dovevi venire qui a Vleeshuis nell’antica macelleria, un lungo edificio dalla facciata gotica (in pietra “oggi” e tutto in legno nella Gent di “ieri”) Grande Boucherie che ospita una serie di invitanti prosciutti appesi alle travi dove si possono assaggiare (e naturalmente acquistare) specialità tipiche di Gent. Oggi la piazza ospita (il Venerdì mattina dalle 7.30 alle 13.00) il mercato delle verdure e altri prodotti locali. All’interno della piazza troverete anche altri locali/negozi storici: una pasticceria, una panetteria, la macelleria e altre piccole attività locali (persino un negozio che vende senape dal 1.818: Tierenteyn).

12. Le tue scarpe in ostaggio per un’ampolla di Birra da Dulle Griet!

Si trova nella Piazza Vrijdagmarkt poco prima dell’omonimo cannone rosso. Classica birreria belga fornita di numerose etichette. Ma allora perché questo posto è così particolare? Per chi ordina la Kwak da un litro da bere nel classico bicchiere ad ampolla, in pegno ti sarà presa una scarpa e riposta in un cesto che sarà fissato con una corda dal soffitto. Solo quando avrai restituito il bicchiere potrai riavere la tua scarpa.Sicuramente la cosa molto divertente è vedere in giro per il locale gente che cammina o addirittura che va fuori a fumare senza una scarpa.Ragazze fate attenzione, non indossate Loboutin in questo locale 😉

Dulle Griet Pub

Arrivederci Gent! Ci rivediamo in primavera!!..o a Gennaio al Festival delle Luci! Insomma ci rivediamo 😉

Continua a Leggere l’articolo:

BRUGES: IL PAESE DELLA BIRRA E DELLA CIOCCOLATA