Europa, Travel

Bruxelles, Gent e Bruges – 4 giorni di meraviglie

Spread the love

Posa subito quelle aspettative e nessuno si farà male.
AlbertHofman72, Twitter

Come sempre ogni viaggio è condizionato dall’aspettativa, dalla luce, dai colori, dal clima, dalle persone.. ebbene si..sono stata molto fortunata!

Sarà perché me ne avevano parlato così male che sono partita con delle aspettative piuttosto basse, o forse perché le previsioni davano sempre pioggia e invece…per non parlare dei racconti demotivanti..

alla fine è stato tutto così bello che mi chiedo..siamo sicuri di essere stati nello stesso posto?? Tornerei subito a Bruxelles, Bruges e Gent! Ecco..magari in una stagione più calda..quello si 😉

Anche se visitarla verso Natale è stato veramente magico….

Non sapersi orientare in una città non vuol dire molto.
Ma smarrirsi in essa, come ci si smarrisce in una foresta, è una cosa tutta da imparare.
Walter Benjamin

PRIMA DI TUTTO

Periodo : dall’8 al 12 Dicembre 2016

Volo :  prenotato il 20 Novembre , andata easyjet (43 €) ritorno con Ryanair (38€). Totale Andata e Ritorno Milano (Malpensa) – Bruxelles (Zaventem) : 81 €

Itinerario: 

1° Giorno : Bruxelles

2° Giorno : Gent

3° Giorno : Bruges

4° Giorno : Bruxelles

DOVE ALLOGGIARE? 

Noi abbiamo alloggiato all’Hotel Bloom a circa 1,5 km da Grand Place, circa 15 minuti a piedi dal centro (67 € a notte, solo pernottamento) e a due passi dalla metropolitana Botanique (letteralmente 1 minuto). Ci siamo trovati molto bene sia per la posizione sia per le camere.

Stanze abbastanza ampie e molto pulite, ogni giorno in omaggio 2 bottigliette d’acqua (1 naturale e 1 gasata). Una mattina, per farsi perdonare di averci svegliato la mattina presto per via dei lavori sul tetto ci hanno offerto la colazione. Se decidi di acquistarla ha un costo di circa 15 € a persona. Ok, decisamente non te la regalano… ma credetemi…raramente ho fatto una colazione così abbondante. Una varietà incredibile di salato e dolce: brioches, torte, cereali, bacon, omelette, uova strapazzate, yogurt, frutta fresca…Bellissimo anche il camioncino dei waffles che potete preparare al momento, una vera chicca.

Hotel Bloom – Bruxelles

COME VESTIRSI?

Dipende ovviamente dal periodo ma sicuramente a Dicembre può fare parecchio freddo. Consiglio sempre di vestirsi a strati ovviamente. Per evitare di patire il freddo dovendo stare in giro tutto il giorno mi sono portata comunque il piumino pesante, cappellino e guanti.  Scarpe abbastanza calde e impermeabili, io mi sono portata dietro le Clark e un paio di stivali bassi di pelle.

MAI PIÚ SENZA :

  • App City Maps 2Go Mappe offline :fantastica applicazione che permette di segnare i punti di interesse preferiti, Hotel, locali, ristoranti e raggiungerli facilmente utilizzando le mappe offline.

DALL’AEROPORTO AL CENTRO DI BRUXELLES :

L’aeroporto di Zaventem (quello più vicino per intenderci) dista circa 12 km dal centro citta. Dalla stazione dell’Aeroporto di Bruxelles-Zaventem partono ogni 20 minuti circa i treni che portano alle stazioni di Bruxelles Nord, Centrale e Midi. Il treno funziona tutti i giorni dalle 5.30 del mattino alle 23.30 circa. Il biglietto per Bruxelles Centrale costa circa 5 €. I ticket si acquistano in stazione o ai distributori automatici. Esiste anche una linea di Autobus (De Lijn) che porta fino alla stazione Nord di Bruxelles e alla NATO (linea 471)e alla fermata metro di Roodebeek (linea 659). Il servizio funziona dalle 5 del mattino a mezzanotte circa. I biglietti (2 €) si comprano ai distributori in aeroporto o direttamente dall’autista con un piccolo sovrapprezzo.

COME MUOVERSI A BRUXELLES

Noi abbiamo visitato Bruxelles prevalentemente a piedi essendo abbastanza concentrata e piccola come città. La metro è sicuramente il mezzo più comodo, veloce ed economico per muoversi da una parte all’altra della città. Bruxelles ha 4 linee della metro indicate con i numeri 1, 2, 5 e 6. Il simbolo che indica le stazioni è una M bianca con lo sfondo Blu. A Bruxelles esistono anche due linee di metro chiamate Pre-Metro indicate con i numeri 3 e 4 che si muovono prevalentemente in superficie. Attenzione perché le biglietterie automatiche accettano solamente carte di credito e monete.

Su questo sito ho trovato moltissime info sui trasporti e una buona mappa MAPPA – METRO

DA BRUXELLES A GENT … E A BRUGES

Raggiungere Gent o Bruges è facilissimo. Basta prendere il treno da Gare du MidiGare Central o da Gare du Nord. C’è un treno ogni mezz’ora circa. Ovviamente partendo da Gare du Nord avrete più probabilità di sedervi perché già a Gare Central il treno si riempie.

Per arrivare a Gent (a metà strada circa tra Bruxelles e Bruges) ci si impiegano circa 30 minuti.

Per arrivare a Bruges ci vuole poco meno di 1 ora.

Come spendere poco più di 10 € per Gent e 16 € per Bruges per un biglietto andata e ritorno?

Basta andare sul sito delle Ferrovie Belghe  NMBS/SNCB e scegliere l’opzione WEEKEND TICKET INTERNET andata e ritorno. Vi permetterà di risparmiare anche più del 50% del biglietto. Una volta completato il pagamento riceverete i biglietti via email. Sarà sufficiente mostrarli al controllore anche dal vostro smartphone. Potete prenotarli anche fino al giorno prima.

Se siete under 26 potete fare il GO PASS 1 – Spenderete circa 12 € sia per andare a Bruges che a Gent. A volte troverete la promozione TICKET SHOPPING (valido nel weekend) , ancora più conveniente (io ho speso 10 € andata e ritorno per andare a Bruges!!!).

BRUXELLES 

Short List – 20 cose da non perdere in ordine casuale

1. Concattedrale di San Michele e Santa Gudula

Aperta dalle 7:00 alle 18:00, la domenica ci sono limitazioni di orario a causa delle funzioni religiose. L’ingresso è gratuito. Durante il giorno la luce è stupenda per fotografare gli interni e le vetrate.

Cattedrale di St. Michael e St. Gudule

2. Les Galeries Royales Saint-Hubert

Passaggio luminoso, colorato ed elegante all’interno della galleria più bella di Bruxelles che vi accompagnerà verso le vie del centro storico. Non mancano le vetrine di cioccolato, dolci e vestiti..tutte da fotografare!

Gallerie du Roi

3. Grand Place

Una delle piazze più belle che abbia mai visto. Splendidi palazzi dai mille colori e dettagli. Uno spettacolo unico alla sera quando è illuminata. Sotto Natale con l’albero e i giochi di luce natalizi è davvero incredibile. Ci siamo tornati più volte sia durante il giorno che durante la sera.

Grand Place

Grand Place

4. Passeggiata nel Centro Storico di Bruxelles

Prendetevi un po’ di tempo per girare il centro di Bruxelles senza meta. Osservate gli edifici storici, i negozi rétro, le boutique di cioccolato e dolci e passeggiate con calma avventurandovi anche nei vicoli meno battuti.

5. Patatine fritte da FRITLAND – La felicità

Non si può andare a Bruxelles e ignorare tutti quei chioschi e locali che servono quei coni esagerati di patatine fritte. Con un cono da 3,50 ci mangia un esercito. Noi ci siamo fermati a provarle dal famoso Fritland vicino alla Place de la Bourse. Buonissime! Da Fritland troverete anche panini, hamburger, insalate..etc.. ma armatevi di pazienza.. a volte la fila è davvero interminabile!

Patatine da FRITLAND – la felicità

6. Place de la Bourse e dintorni

Sotto Natale Place de la Bourse e le vie circostanti si riempiono di mercatini e bancarelle. La sera, con le luci e i carri natalizi, diventa un posto magico, quasi fiabesco. Immagino che anche durante le altre stagioni possa regalare delle belle emozioni ai viaggiatori che la visitano.

Place de la Bourse

7. Brussels Museum of the Gueuze – Brasserie Cantillon

Carlo è un vero amante della birra, la produce in casa e conosce tutte le varie tipologie. Allora decido di organizzargli una sorpresa: una visita al Birrificio Museo “Brussels Museum of the Gueuze-Brasserie Cantillon”. Il tour lo avevo prenotato tramite email (ma non è indispensabile) e ha un costo di 7 € a persona inclusa la degustazione di 2 birre, una è la Guezue a scelta fra ciliegia e lampone. Se non interessati al tour ci si può fermare al piccolo spazio di mescita per provare la produzione di questa antica birreria di bruxelles. Il tour è abbastanza veloce,circa 30 minuti. Non essendo io un’amante della birra riporterò la recensione di Carlo, sicuramente più autorevole in materia di Birre 😉

Birrificio storico a conduzione familiare. Un piccolo pezzo di storia di Buxelles. Appena arrivati un simpatico signore ci porta a visitare la produzione della birre a fermentazione spontanea e ci lascia un opuscolo per proseguire la visita in autonomia. Sull’opuscolo troverete la mappa del percorso e la spiegazione dei vari passaggi della produzione (in Italiano). Appena entrato non sento il “profumo tipico” del malto, ma al contrario un odore quasi acido tipico delle vecchie vinerie. Dopo aver visto la produzione con antichi impianti e la vasca di fermentazione (molto bello e interessante) torniamo al piano terra per degustare la birra lambic prodotta.Proposte varie tipologie ,ci sediamo a degustare. Ci servono in calici da vino la mitica Lambic….onestamente più che una birra mi sembrava una spremuta di mapo.Aspra,acida da sorseggiare lentamente,i 3 tipi di birra avevano un sapore indistinguibile tra di loro causa l loro acidità. Lo consiglio per il posto e per gli amanti delle Lambic. Se cercate le classiche birre trappiste belghe allora non fa per voi ma è comunque molto interessante e particolare la visita.

Cantillon Brewery – Rue Gheude 56, Bruxelles,1070, Belgio

8. Manneken – Zinneken – Jeanneke …Pis!

“Ricordati che quello che hai in mano non è un idrante e per terra non c’è nessun incendio.”

Tecnicamente la leggenda dice altro…

Manneken Pis  (letteralmente “Bambino che fa la pipì“) è considerato il padrone di casa di Bruxelles e rappresenta sicuramente una delle attrazioni più bizzarre di Bruxelles. Secondo la leggenda più comune, la statua rappresenta un bambino, all’anagrafe Petit Julien (che in principio era in pietra poi, nel 1618 è diventato di bronzo per mano dello scultore fiammingo François Duquesnoy) che si mette a fare la pipì per spegnere la miccia di una bomba con la quale i nemici volevano dare fuoco alla città. Durante alcuni periodi dell’anno il Manneken Pis viene vestito di tutto punto. Per trovare il bambino che fa la pipì basta camminare per tre isolati partendo dalla Grand Place. Si trova all’angolo tra Rue de l’Étuve e Rue du Chêne. Nella foto troverete anche Jeanneke Pis (la bambina che fa la pipì) , situata nel centro storico vicino al Delirium Cafè  in Impasse de la Fidélité , una traversa della frequentatissima Rue des Bouchers. Per ultimo Zinneken Pis (il cane che fa la pipì) si trova non lontano dalla Chiesa di S.te Chaterine, all’angolo tra Rue des Chartreux e Rue du Vieux Marché aux Grains.

Zinneke , Jeanneke , Menneken … Pis!

“- Kennedy: Congratulazioni, come si sente?
– Forrest: Devo fare pipì.”

Tom Hanks , Forrest Gump

9. Waffel Caldo – La felicità: seconda puntata

Ma secondo voi… io posso andare a Bruxelles e non provare uno dei tipici Waffel caldi con la crema al cioccolato fondente? è importante avere rispetto per le pietanze locali..non assaggiare è maleducazione 😉

La felicità – Waffel Caldo

10. Fontana di Charles Buls e PlaceDe l’Agora Bruxelles

Place de l’ Agora di Bruxelles si trova tra la bellissima Cattedrale e Grand Place. Tipica piazza europea con negozi, edifici antichi, ristoranti e sculture. La piazza ospita la statua e la fontana dedicata a Charles Buls Gommaar o Karel Buls , uno dei politici belga più ammirati nonché uno dei sindaci più ricordati nella storia di Bruxelles.

Place de L’Agora

11. MOOF Museum e le vie dei fumetti

Per gli appassionati di fumetti e cartoni animati ma anche per chi vuole tornare bambino e passare un’ora diversa dal solito . L’ingresso al MOOF Museum è gratuito per chi acquista la Budapest Card mentre ha un costo di 10 € il ticket standard. Noi abbiamo scelto di non visitarlo per mancanza di tempo ma potrebbe essere una buona alternativa per temporeggiare durante un pomeriggio piovoso 😉 Girando per la città invece noterete numerosi graffiti su diversi edifici. Bruxelles è la casa di Tintin, potrai seguire le sue tracce attraverso un percorso tra numerosi murales che attraversano Bruxelles. Su questo Blog trovi un bellissimo percorso tra i fumetti.

MOOF Museum

12. Église Royale Sainte-Marie

Struttura veramente imponente. Non siamo riusciti a visitarla internamente perché era chiusa purtroppo. Ci è rimasta la curiosità…

Église Royale Sainte-Marie

13. Municipio e passeggiata per il quartiere di Schaerbeek

Scoperto per caso, passeggiando siamo arrivati fino al municipio di Schaerbeek e al suo colorato quartiere. Se si ha tempo a disposizione merita una passeggiata.

Quartiere di Schaerbeek

14. Giardino Botanico

Bellissimo giardino pieno di statue, laghetti, piante particolari, fontanelle. All’interno oltre alle piante e a poche collezioni botaniche troverete una sala concerti, un centro culturale e un ristorante-bistrò. Ingresso gratuito.

Le Botanique

15. Cenare da Fin de Siecle

Posto caratteristico nel centro storico di Bruxelles. Offre piatti tipici della cucina Belga. Non vi porteranno un Menu, i piatti del giorno sono scritti su delle lavagne appese ai muri. Il locale è molto semplice e anche un po’ spartano (niente tovaglia sui tavoli). A volte si divide anche il tavolo con altre persone ma fa parte del gioco e dell’atmosfera conviviale del posto. Non accettano prenotazioni perciò preparatevi a fare la coda già dalle 19.30 in poi.  Sono tornata in questo ristorante due volte ed entrambe le volte ho fatto almeno 20 minuti di fila..il passaparola positivo funziona sempre 😉 Noi abbiamo provato la tipica Carbonnade (spezzatino cotto nella birra) con pure, stinco di maiale, specialità locale a base di coniglio e Anatra. Porzioni sempre molto abbondanti e molto saporite. Dovete assolutamente provare il loro favoloso Tiramisù speculoos (versione belga del tiramisù nel bicchiere ma con dentro i loro biscotti tipici alla cannella) . Spesa sempre inferiore ai 20 € a testa con portata principale, vino, birra e dolce.Ultima cosa: si paga solo in contanti.

Fin de Siècle – Rue des Chartreux 9, Bruxelles

16. Palazzo Reale di Bruxelles

Accessibile solo pochi giorni durante l’anno, quando la famiglia Reale va in vacanza lasciando le porte del palazzo aperte a chiunque lo voglia visitare. Ecco il Sito Ufficiale per avere tutte le informazioni sulle stanze da visitare.

Palazzo Reale Bruxelles

17. Place Royal

Maestosa piazza accanto al Palazzo reale che guarda dall’alto la città sottostante. Da questa piazza riuscirete a vedere tutte le attrazioni principali.

Place Royale

18. Église Notre Dame du Sablon

Tappa obbligatoria a questa bellissima cattedrale gotica. Colori stupendi e particolari incredibili. Ingresso gratuito, aperta dalle 9.00 alle 18.00. Visitatela con la luce, apprezzerete i colori sfavillanti delle vetrate.

Église Notre Dame du Sablon

19. Bere una delle 2.500 Birre al Delirium

Tappa fissa per gli amanti della Birra. All’interno del Delirium troverete circa 2.500 Birre diverse (Delirium Tremens, Delirium Red alla ciliegia, Delirium Nocturnum a 12 gradi..). I prezzi sono un pochino più alti rispetto alla media ma il locale, frequentatissimo soprattutto dai turisti, non vi deluderà. Curiosità: all’interno del locale si trova una cabina per fare fototessere, costa 2 € e stampa 6 foto con il logo del locale (elefantino rosa) accanto, direi che è davvero originale.

Delirium

20. A la Morte subite

Si trova proprio accanto a Les Galeries Royales. Ma partiamo dall‘origine di questo nome bizzarro…Siamo nel 1910, all’epoca gli operai si sfidavano a carte nel caffè La Cour Royale, e l’ultima mano veniva chiamata letteralmente “a morte subito”. Quando il proprietario si trasferì nel locale attuale decise di chiamarlo A la Morte subite proprio in onore di questa curiosa abitudine. Gli attuali proprietari del pub sono i discendenti dello stesso fondatore. La birreria è infatti nelle mani della stessa famiglia da quattro generazioni. Come si chiama la loro birra artigianale? A La Mort Subite naturalmente!

A la Morte Subite

Continua a Leggere l’articolo:

GENT:    UNA GIORNATA A GENT – LA MERAVIGLIA CONTINUA

BRUGES: IL PAESE DELLA BIRRA E DELLA CIOCCOLATA