Mondo

Thailandia – Phuket

Spread the love

ITINERARIO DI 12 GIORNI NELLA THAILANDIA DEL SUD

COME ORGANIZZARE UN VIAGGIO FAI DA TE IN THAILANDIA

 

PRIMA DI TUTTO

Periodo : dal 1° al 14 Gennaio 2015 (Stagione secca)

Pernottamenti : 11 notti a Puket, 1 notte alle Similan Islands

ITINERARIO:

(esclusi giorni di volo) :

Giorno 1: Arrivo in aeroporto di sera e trasferimento in hotel

Giorno 2: Patong Beach, Kata Beach, Kata Noi Beach

Giorno3: Tour in giornata a Koh Racha e Coral Island

Giorno4: Koh Chang Safari, Kata View Point, Wat Suwan Khiri Khet, Karon Beach, Karon Temple Market

Giorno 5: Wat Chalong, Città di Old Phuket e Phuket Bay

Giorni 7: Lipon Temple e Banana Beach

Giorni 7 e 8: Tour di due giorni alla riserva naturale Isole Similian

Giorno 9: Paradise Beach e Freedom Beach

Giorno 10: Tour in giornata a Phi Phi Island e Bamboo Island

Giorno 11: Kata Noi Beach e Big Buddha

Giorno 12: Partenza in tarda mattinata e ritorno

BUDGET :

Spesa Totale : 1.250 € –  Totale (volo, trasferimenti alle isole, hotel,locali,Tour, pranzo e cena fuori tutti i giorni, motorino+multa, souvenir..)

Volo :  prenotato a fine Novembre  (A/R Etihad Airways – 803 €) – Alta stagione

ANDATA: Milano Malpensa – Belgrado – Abu Dhabi – Phuket         RITORNO: Phuket – Milano Malpensa

MAI PIÙ SENZA:

Zaino (per l’escursione alle Similan), torcia, pastiglie per il mal di mare, spray per gli insetti, igienizzante tascabile, fotocopie passaporto, zainetto o borsa impermeabile, porta cellulare/fotocamera subacqueo per lo snorkeling.

DOVE ALLOGGIARE?

Per tutta la durata del soggiorno, a parte una sola notte alla riserva naturale delle isole Similian, abbiamo alloggiato a Patong (al Forty Winks Phuket Hotel). Personalmente non rifarei la stessa scelta, tornando indietro sceglierei Karon o ancora di più Kata che ho trovato molto più ordinate, pulite e soprattutto tranquille (non mancano assolutamente ristoranti e locali). Un paio di sere a Patong sono più che sufficienti.

Il Forty Winks Phuket Hotel (29 € a notte circa) è una struttura carina lontana (ma raggiungibile a piedi) dal casino del centro. Struttura con piscina e sala colazione varia (soprattutto di salato). Accanto all’hotel ci sono negozi, noleggio scooter, supermarket e ristorantini. La pulizia non è il massimo ma temo che sia così dappertutto. A giudicare dallle strutture che abbiamo visto direi che abbiamo trovato un ottimo compromesso. Per il noleggio scooter (ma anche per la camera) vi consiglio di rivolgervi alla struttura vicina di “amici miei – Phuket Friendly Hotel. É tutto gestito da Italiani, quindi diventa una sicurezza rivolgersi a loro sia per il noleggio sia per consigli e indicazioni varie.

Il  modo migliore per cercare di capire il Mondo è vederlo dal maggior numero di angolazioni possibili.

Ari Kiev

COME GIRARE?

Noi abbiamo affittato un motorino per circa 6 € al giorno (senza la patente internazionale) e siamo anche riusciti a prendere la multa. Mentre sulle strade sfilavano motorini che trasportavano intere famiglie senza casco (trasporto minimo 4 persone), galline, cesti di frutta, borse varie di ogni genere..tutti i turisti (rigorosamente con casco e protezioni) venivano fermati per i controlli. I controlli erano in ogni caso finalizzati alla multa: 500 Baht (circa 15 €). La multa ti dava poi il permesso di girare per 15 giorni senza dover temere altri controlli…. burocrazia Thai 😉

Se vi state chiedendo quanti km potete fare prima di trovare un nuovo distributore..state tranquilli. Il rischio di restare senza benzina è quasi impossibile. Ad ogni angolo della strada troverete persone che vendono bottiglie cariche di benzina (esatto.. letteralmente bottiglie di vetro). Vi consiglio in ogni caso di fare il pieno ai distributori automatici ogni volta che ne troverete uno. Il prezzo è ovviamente più conveniente.

Le distanze sono abbastanza lunghe e le indicazioni scarseggiano (si guida all’inglese). Noi avevamo scaricato la mappa offline e ci muovevamo improvvisando. Se si ha tempo a disposizione è divertente scoprire in questo modo il territorio e le spiagge più belle. Se però volete ottimizzare i tempi e vedere più cose vi consiglio di affittare una macchina oppure di affidarvi ad un Driver locale. Il Costo dei trasporti tipici locali (Tuk tuk) è diventato proibitivo nel corso degli anni perciò sommando le varie cifre che vi chiederanno finirete per spendere più del noleggio di un mezzo vostro.

TOUR PRENOTATI?

Noi abbiamo organizzato direttamente in loco (avevamo trovato però l’agenzia tramite recensioni e consigli) tutte le escursioni locali: Coral & Raya Islands, Phi Phi Island, Similian Islands. Ci siamo trovati molto bene sia per l’organizzazione che per il personale di supporto (tutti ragazzi giovani e simpatici). I prezzi in linea e a volte più economici. Avendo prenotato più pacchetti abbiamo ottenuto anche uno sconto. L’agenzia si chiamava PHUKET TRAVEL COMPANY . Sul sito, oltre a poter prenotare in anticipo, troverete prezzi, programmi, orari e consigli.

CAMBIO MONETA:

Non cambiate nulla dall’Italia. Potete prelevare in aeroporto al vostro arrivo oppure cambiare direttamente ai vari negozi che troverete in giro per Patong. Vi basterà scegliere quello con il cambio più favorevole.

PATONG

Direi che una giusta parola per definire Patong è : Caos. Caos assoluto. Insieme ad un mucchio di altre parole: rumorosa, insolente, appariscente, presuntuosa, colorata, sfacciata. Tremenda per chi cerca la tranquillità, il paradiso per chi ama la vita notturna delirante. Musica ad alto volume, locali pieni di gente barcollante, ragazze che si lanciano in imprese stravaganti su tavoli e pali da Lap Dance, Spettacoli e Show alquanto estrosi e difficilmente raccontabili. Insomma, non è sicuramente la vacanza che i genitori sognano per i propri figli.

Eppure non si può andare a Phuket e non visitare Patong. Ecco.

Io accetto il caos, ma non son sicuro che lui accetti me

Bob Dylan

Nemmeno il mare è rassicurante, spiaggia lunga molto affollata e mare mosso poco pulito.

E allora perché soggiornare a Patong? Dipende dal tipo di vita e di vacanza che cercate. A Patong trovate tutto: negozi, ristoranti, hotel per tutte le tasche, uffici per organizzare escursioni, affitto motorini..etc. Può essere un buon compromesso se cercate un punto di partenza per visitare Phuket. Sicuramente tornando sceglierei di soggiornare a Kata.

KATA NOI BEACH

Si raggiunge in circa 15 minuti di motorino da Patong. Spiaggia ampia e molto tranquilla, con sabbia bianca,m orbida e mare cristallino. Acqua verde, limpida e caldissima. I massi granitici che la circondano rendono questa spiaggia paradisiaca. Direttamente in spiaggia e nelle vicinanze troverete ristoranti e locali. Da qui abbiamo visto uno dei tramonti più belli di sempre.

Kata Noi Beach

KOH RACHA (RAYA) & CORAL ISLAND

Escursione in giornata per visitare la bellissima isola di Koh Racha e Coral Island. Il Tour che abbiamo prenotato tramite l’agenzia consigliata si chiama Raya & Coral Island Tour  (1.100 Bath/circa 28 € a persona) . Ti vengono a prendere in Hotel verso le 8.00 di mattina e ti riportano intorno alle 17.30. Tour di due isole con la barca veloce, colazione e pranzo compresi. Come potete vedere dalle foto, il mare che vedrete vale tutto il viaggio. Ho letto che purtroppo spesso a causa dei tanti barconi l’acqua della spiaggia principale di Koh Racha (o Raya) si intorbidisce e perde i suoi bellissimi colori. Speriamo stabiliscano un numero massimo di visite così da preservare la bellezza di questo posto.

Koh Racha – Thailandia

KOH CHANG SAFARI

Si trova sulla strada che da Kata porta al Karon View Point. Prima volta sugli elefanti. Emozionante vederli dal vivo, ancora di più salirci. Abbiamo fatto un giro di circa 30 minuti nella giungla (600 bath/15€ a testa) . Esistono percorsi anche più lunghi, ma 30 minuti sono più che sufficienti. Sicuramente qualcosa che non capita tutti i giorni.

Almeno una volta nella vita bisogna provare l’ebrezza di salire su un elefante

KATA VIEW POINT

Luogo panoramico da visitare soprattutto durante il tramonto.  Raggiungibile in circa 10 minuti di auto o scooter da Patong, lungo la strada che congiunge Patong con Kata. Panorama incredibile e vista sulla costa. Ingresso gratuito – Durata della visita: 15 minuti

Karon View Point

KARON -WAT SUWAN KHIRI KHET 

Tempio brillante e luminoso di Karon, dove alla sera si svolge anche il colorato mercato di Karon ( dove troverete anche le bancarelle che vendono insetti).  A differenza del Tempio di Chalong questa non è una tappa per turisti, noi infatti lo abbiamo scoperto per caso e visitato di mattina libero dalle bancarelle. Ingresso gratuito – Durata della visita: 20 minuti

Karon Temple

WAT CHALONG – TEMPIO DI CHALONG

Complesso suggestivo di templi molto curati, il più grande e conosciuto di Phuket. Si trova a Chalong e lo abbiamo visitato in un giorno dal tempo incerto, raggiungendolo in motorino da Patong in circa 40 minuti (si può parcheggiare all’interno). Molto scenografico l’arco di ingresso sulla strada principale, vale la pena visitare con calma tutto il complesso immerso nel verde. Richiesto Abbigliamento decoroso, spalle coperte e le scarpe si lasciano all’ingresso. Per accedere in alcuni punti specifici viene consegnato un telo per coprire le gambe (una sorte di Sarong). In uno dei templi più piccoli ci sono tre statue di monaci, i fedeli fanno una donazione particolare a queste tre statue: sovrappongono alla statua dei sottilissimi foglietti di oro. Vista la vicinanza consiglio di abbinare la visita al Big Buddha che si trova a 15 minuti in motorino .

Biglietto ingresso: Gratuito – Durata della visita : 1 ora e 30 minuti circa.

SRISOONTHORN TEMPLE (LIPON TEMPLE)

Sulla strada per arrivare a Banana Beach, nel distretto di Thalang. Piccolo complesso spirituale con un enorme Buddha sdraiato. Posto molto tranquillo, quasi totale assenza di turisti. Non è una tappa fondamentale ma se siete di strada passate a visitarlo.

Biglietto ingresso: Gratuito – Durata della visita : 30 minuti circa.

BANANA BEACH – Distretto di Thalang

Raggiungibile dopo oltre 1 ora di motorino da Patong a nord, tra le spiagge di Bang Tao Beach e Nai Thon Beach. Abbastanza difficile da trovare ma sicuramente una delle spiagge più belle, colorate e tranquille. Siamo riusciti a trovarla per caso perché abbiamo notato diversi scooter e auto parcheggiati a lato della strada che porta a Mai Khao. Non vedendo indicazioni particolari ci siamo fermati  a vedere il perché di tante visite..scelta ricompensata! Consiglio di andare di mattina abbastanza presto. Bellissima spiaggia con sabbia bianca e circondata da alberi e palme. Bisogna scendere un ripido ma breve sentiero per raggiungere questa spiaggia paradisiaca dove è possibile noleggiare sdraio, attrezzatura snorkeling e usufruire della doccia. Ci sono un paio di bar dove potete trovare cucina tipica locale Thai.

Banana Beach – Thalang District

BIG BUDDHA

Di Buddha in Thailandia ne troverete tanti, sicuramente questo si farà ricordare per le dimensioni. Si tratta infatti di una costruzione imponente costruita proprio in cima alla montana che sovrasta il sud di Phuket. Talmente imponente che è visibile anche da molto lontano. Ci si arriva tranquillamente in motorino passando anche per salite abbastanza ripide e si può parcheggiare proprio sotto il monumento. Il viaggio vale il panorama che troverete sia una volta arrivati in cima che lungo il percorso abitato da scimmie ed elefanti. Vi consiglio di andarci verso il tramonto.

Biglietto ingresso: Gratuito – Durata della visita : 40 minuti circa.

Big Buddha – Chalong

MA DAVVERO MANGIANO GLI INSETTI?

Noi le bancarelle di insetti le abbiamo trovate, ma siamo riusciti solo a fotografarli e a resistere alla tentazione di mangiarli 😉

I mercati Thailandesi sono coloratissimi e pieni di sorprese. Inizialmente eravamo molto titubanti e abbiamo pranzato e cenato quasi sempre nei ristoranti locali, poi ci siamo decisi a provare e ci siamo pentiti di non aver provato prima. A Patong c’è un mercato (il Malin Plazache la sera diventa punto di ritrovo per cenare sia per locali che per turisti. La cosa bella è che trovate cibo di ogni genere e bancarelle di pesce freschissimo da cucinare al momento. Scegliete il pezzo che preferite ,ve lo cucinano e ve lo preparano da mangiare sui tavolini a disposizione. Potete provare tutte le specialità locali e vedere come mangia la gente del posto. Il tutto a dei prezzi veramente economici. Come vedete dalla fotografia sotto quei pesci enormi costavano 150 bath/3 € e ci mangiavamo in due! Glass Noodles con pollo a 80 Bath/ 2 € . Passate anche solo per una visita e vedere le stramberie culinarie locali come la carne di coccodrillo e il gelato preparato sulla piastra ghiacciata. Il Mercato apre dalle 16.00 e chiude verso Mezzanotte. Si Cena con circa 3 € e con porzioni abbondanti. Molto consigliato.

Non riesco a sopportare quelli che non prendono seriamente il cibo

Oscar Wilde

Malin Plaza – Patong

Nel prossimo articolo approfondisco il Tour di Phi Phi Island, Bamboo Island e delle isole Similian.

Leggi Phi Phi Island, Bamboo Island & Similian Islands