Mondo

Seychelles-Praslin & La Digue-Tutto quello che c’è da sapere

Spread the love

Una volta che hai viaggiato, il viaggio non finisce mai, ma si ripete infinite volte negli angoli più silenziosi della mente. La mente non sa separarsi dal viaggio.
Pat Conroy

Appena rientrata dopo due settimane di viaggio alle Seychelles.. e visto che la mia mente non vuole saperne di separarsi dal viaggio vi racconto tutto ciò che ho ancora davanti agli occhi..

PRIMA DI TUTTO

Periodo : dal 1° al 15 Luglio 2017 (alle Seychelles è inverno: Min 24° Max 28°)

Pernottamenti : 7 notti a Praslin – Cote d’or (Berjaya Resort), 4 notti a La Digue (La Kaz Safran), 2 notti a Praslin – Grand Anse (Villa Comfort)

Voli: Prenotati il 30 Maggio 2017.  Costo totale : 737 € a persona. Durata totale del volo con scali : circa 14 ore. Compagnie : Etihad & Air Seychelles

ANDATA: Milano Malpensa – (6 ore e 30 minuti circa) Abu Dhabi – (5 ore circa) Mahe – (15 min circa) Praslin         RITORNO: Praslin – Mahe – Abu Dhabi – Milano Malpensa

Spesa totale:  1.600 € /persona (due settimane). Con Spesa totale intendo tutto (volo, hotel, ristoranti, souvenir, traghetto, bicicletta, trasferimenti, taxi…etc).

MAI PIÙ SENZA: 

  • Orari degli autobus. Scarica
  • Torcia. La sera molte strade non sono illuminate
  • Pastiglie mal di mare. I traghetti sono spesso impegnativi e parecchie persone a bordo sono state male.
  • Scarpette da mare. Alcune spiagge sono prevalentemente di barriera corallina perciò entrare in acqua può essere difficoltoso.
  • Adattatore. Alle Seychelles hanno prese Tipo G.
  • Repellenti  contro i Sand Fly (comprati specifici localmente), pomata per le punture (ho utilizzato ALLERGEX – Mepyramine cream) e creme al mentolo che alleviano il prurito.

La mia solita applicazione City Maps 2 Go in questo caso non è stata di moltissimo aiuto, molti posti non sono registrati e di conseguenza non vengono visualizzati nella ricerca. In ogni caso per esempio l’isola di La Digue è talmente piccola che si gira in bicicletta.

TRAGHETTO PRASLIN-LA DIGUE

Potete prenotarlo in loco oppure tramite internet risparmiando qualcosina (a volte) . Io ho prenotato il traghetto andata e ritorno (27 € a persona) scegliendo giorno e orario tramite il sito di Seychellesbooking , è sufficiente arrivare al porto 30 minuti prima per trasformare il vostro voucher (che vi invieranno per email) in Boarding pass. Nessun problema per i bagagli. La traversata è spesso movimentata ma non richiede più di 15/20 minuti. Appena arrivati al porto di La Digue sarete sommersi da persone che tenteranno di noleggiarvi le biciclette.

BICICLETTA

Assolutamente sconsigliata a Praslin (l’Isola si gira in un’ora con l’autobus ma è davvero una faticaccia per le salite e le discese). Pollice in su per La Digue. La Digue è stupenda da girare in bicicletta (..e poi a piedi ci impieghereste troppo tempo per raggiungere le spiagge!). Noi abbiamo trattato per 800 Sr per 2 Biciclette per 5 giorni (circa 5 € a bici al giorno). In ogni caso il prezzo per una giornata si attesta sulle 100/120 Sr circa.

In bicicletta a La Digue

COME MUOVERSI

A La Digue (come ho già scritto) in bicicletta, fine dei giochi. Praslin si può girare tranquillamente in autobus. Ogni corsa costa 5 Rupie/ 30 cent circa. Se avete letto che guidano come dei pazzi..beh si è vero. Fa parte del gioco. Sugli autobus comunque salivano tantissimi turisti con i bambini piccoli oltre ai locali. Stampatevi gli orari degli autobus perché non ne troverete in giro nemmeno alle fermate. A volte passano degli autobus non previsti, a volte fanno un po’ di ritardo ma passano con regolarità. Nella tabella degli orari non troverete tutte le fermate ma solo quelle principali di riferimento. A proposito.. le fermate sono segnalate (o con una pensilina o con la scritta BUS STOP sulla strada) ma non troverete il nome della fermata perciò chiedete all’autista dove scendere, ci penserà lui ad avvisarvi. Se preferite la comodità dell’auto potete noleggiarla in loco per circa 40/50 € al giorno. Le strade sono abbastanza in buono stato e non ci sono molte macchine in giro perciò non averete problemi (la guida è a sinistra).

Dall’aeroporto a Cote D’or abbiamo preso un taxi per circa 400 Rupie/26 €.

Bus – Praslin

SAND-FLY – QUEI MALEDETTI INSETTI

Bisogna dedicare un paragrafo completo.

Le definizioni le lascio agli esperti. Io mi limito a raccontare il “prima e dopo” l’incontro. Riescono a rovinarti QUASI la vacanza. All’apparenza ricordano i nostri moscerini…piccoli, microscopici e indifesi. Solitamente arrivano verso il tramonto. Non ti accorgi delle loro punture se non quando è troppo tardi. Non pungono tutti, certo che no..però se ti apprezzano non ti lasciano più:

Mariella batte Carlo con 145 punture (contate!) a 0..ripeto ZERO !

Io mi sono accorta di essere stata punta perché ad un certo punto ho visto sulle gambe dei puntini di sangue, seguiti da un forte prurito, seguiti da dei bozzi duri e rossi sulle gambe.

Qui però devo fare una premessa..ahimè ho preso tutto con troppa leggerezza e non mi sono mai messa repellenti o cose simili anche perché ho letto su svariati forum (dopo!) che comunque i nostri repellenti sarebbero serviti a ben poco (magro premio di consolazione per giustificare la mia negligenza 😉 ). Consiglio infatti di attrezzarvi con quelli specifici locali.

Apro una piccola parentesi…. Praslin e La Digue non pullulano di farmacie. Ecco. Perciò armatevi di pazienza e chiedete ai locali dove trovare le lozioni e le pomate adatte. Io per esempio ho trovato una pomata specifica (Allergex – 1o5 Sr/7€) dentro ad un Market inaspettato e senza l’insegna della farmacia : Whole Foods Market & Cafe, che oltre ad avere frutta fresca, caffetteria, prodotti italiani (per i nostalgici) e prodotti di tutti i generi ha anche una piccolissima farmacia di prime necessità. Ecco, le pomate per i Sand Fly sono sicuramente da considerarsi come un prodotto di prima necessità, ma per non fare la mia fine basta attrezzarsi dall’inizio:

  • Comprate un Repellente locale (chiedete consiglio sul posto)
  • Cospargetevi di Olio come consigliano su tutti i forum (che non ho letto prima..)
  • Attrezzatevi con l’eventuale pomata per le punture
  • Procuratevi una crema lenitiva al mentolo..aiuta moltissimo..

Tutto chiaro? In ogni caso se  venite punti non fatene un dramma, si sopravvive benissimo..e comunque dopo un paio di settimane guariscono (si……..esatto…dopo due settimane). Ora mettiamoci una pietra sopra sui Sand Fly….

Ci auguriamo che, quando gli insetti conquisteranno tutto il mondo, si ricorderanno con gratitudine di come come li abbiamo sfamati duranti tutti i nostri pic-nic!
Bill Vaughan

DOVE ALLOGGIARE?

Dipende sicuramente dalla stagione. Nel periodo di Luglio/Agosto è sicuramente meglio restare sulla Cote D’or / Anse Volbert. L’altra costa in questo periodo generalmente si riempie di alghe e diventa non balneabile. Io mi sono trovata molto bene sul sito di SeyVillas più che altro perchè avete la possibilità di vedere le singole promozioni dei vari hotel e di usufruire di alcuni vantaggi se avete diversi giorni a disposizione. Per esempio alcuni hotel se pernotti 7 notti ne fanno pagare solo 5 e così lo stesso se pernotti 3 notti la quarta non la paghi. Insomma, oltre a trovare diverse informazioni utili e foto sulle spiagge ho fatto la prenotazione degli hotel risparmiando rispetto alle solite piattaforme che utilizzo (booking, agoda, aribnb..etc). Il valore aggiunto è che per qualsiasi chiarimento avete una persona italiana di riferimento e altre persone in loco per qualsiasi necessità. Non abbiamo però usufruito del pacchetto per gli spostamenti in loco perché preferiamo muoverci in autonomia.

Tenete presente che le strutture a Praslin e a La Digue sono abbastanza care. Personalmente mi sono trovata molto bene in due strutture e mi sento di consigliarle:

PRASLIN – BERJAYA PRASLIN RESORT  (56€ a notte con prima colazione): Resort posizionato proprio di fronte alla spiaggia di Anse Volbert (in questo periodo estremamente calma e dai colori spettacolari). Le camere deluxe sono molto spaziose e pulite. Se leggete le recensioni noterete che si parla spesso di “servizio lento” e “poco sorridente” del personale, purtroppo confermo ma essendo partita con questa aspettativa non mi è pesato più di tanto. Dipende sempre tutto dall’aspettativa del viaggio, più siamo informati e meno sorprese troveremo ;-). Il suo punto di forza è sicuramente la posizione, di fronte alla spiaggia, accanto a ristoranti, supermercati, negozi di souvenir, bancomat e soprattutto dal cancello posteriore accedete alla fermata dell’autobus comodissima. Colazione molto abbondante : macchina Nescafè per caffetteria, succhi, frutta, yogurt, uova strapazzate/omelette, bacon, salsicce, pane tostato bianco e ai cereali, marmellate, formaggio, pancake cucinati al momento. Hanno a disposizione lettini e teli per il mare, è sufficiente chiedere in reception. Hanno un ristorante per le colazioni di fronte al giardino (vi consiglio di fare colazione prima delle 9 o vi ritroverete in mezzo a stormi interi di uccellini che fanno colazione insieme a voi sul buffet) e un ristorante sulla spiaggia per pranzi e cene. Sconsiglio la mezza pensione, costosa (35 € a persona) e monotona, ho visto spesso tante persone lamentarsi. Consiglio invece di cenare qualche volta a la carte (se siete clienti dell’hotel chiedete il voucher di sconto del 15% in reception), specialità europee e creole, buon rapporto qualità prezzo rispetto ad altri ristoranti (esempio: Prawn Curry, Octopus Curry, patatine fritte, insalata, birra e bibita 524 Sr/33€ in due).

Berjaya Praslin Resort

LA DIGUE – LA KAZ SAFRAN (140 € a notte con mezza pensione per 2 pax): Villa di 5 camere proprio in “centro” a La Digue dove arriverete con il traghetto. La padrona di casa Lisette vive al piano di sopra, sarà lei ad accogliervi e a darvi tutte le indicazioni per l’isola. Insieme a lei conoscerete Valentina, una signora dolcissima che vi servirà la colazione e la cena, gentilissima e molto disponibile. Le camere con il balcone sono enormi e pulite, il balconcino si affaccia sulla strada principale e si trova di fronte al ristorante locale Fish Trap, avrete quindi quasi sempre un piacevole sottofondo musicale (entro le 9.30 La Digue diventa deserta). Lisette è una fantastica cuoca perciò in questo caso mi sento davvero di consigliare la mezza pensione, in alternativa potete anche chiederle di restare a cena e pagare in loco, non c’è differenza di prezzo, ma potrebbe non esserci posto perché ha una saletta piccolina con solo 3/4 tavoli. Abbiamo cenato da Lisette prenotando in anticipo la camera con la mezza pensione (20€ a persona bevande escluse) tutte le 4 sere e ci siamo trovati benissimo. Potete dare voi delle preferenze o lasciare carta bianca a Lisette, cucina davvero bene e avrete modo di scoprire la vera cucina locale.Piatti sempre molto abbondanti dall’antipasto al piatto principale (composto da pietanze sia di carne e che di pesce, riso e insalata o verdure di contorno) al dolce.

La Kaz Safran – La Digue

La cucina di Lisette – La Kaz Safran

COSA E DOVE MANGIARE?

Leggi l’articolo su Nel Dubbio Mangio – Cosa e dove mangiare alle Seychelles

COSA VEDERE?

A Praslin e a La Digue troverete moltissime spiagge, noi le abbiamo girate tutte ma alla fine siamo tornati sempre nelle stesse.

Le spiagge che davvero meritano (o almeno in questa stagione) sono:

PRASLIN: Anse Lazio, Anse Volbert (Cote D’Or), Anse Gerogette (rigorosamente con prenotazione qualche giorno prima). Non dimenticate di fare visita al “giardino dell’Eden” di Praslin: Valle De Mai.

LA DIGUE: Anse Source D’Argent (ingresso a pagamento nel parco: 100 Sr/7 € circa) – Se tornate per tre volte (presentando i biglietti di ingresso precedenti) il quarto ingresso è gratuito

Tutte le altre meritano sicuramente una tappa veloce ma se avete pochi giorni a disposizione concentratevi su quelle elencate sopra.

ANSE LAZIO – Praslin

Se siete a Cote D’or prendete l’autobus 61/62 direzione Anse Boudin/Grand Fond. É la seconda fermata dopo Anse Boudin. Preparatevi a camminare per una strada abbastanza ripida in salita e discesa (asfaltata) ma non date retta a chi scrive che ci vogliono 40 minuti. Ci siamo cronometrati tutte le volte ed andando a passo normale (davanti a noi camminava una bambina ci circa 6 anni) ci si impiegano 15/20 minuti al massimo. Abbiamo trovato comunque più faticoso il ritorno, stesso tempo ma salita più lunga. In ogni caso la fatica sarà ampiamente ricompensata. Ricordatevi che proprio prima di accedere alla spiaggia alla vostra destra troverete un recinto con le tartarughe. Abbiamo visitato Anse Lazio in due giornate differenti e scoprendola con colori diversi. Un giorno più ventoso e nuvoloso (ovviamente l’acqua diventa più mossa e i colori ne risentono) e un altro con tanto solo e acqua limpida e azzurra. Se possibile andate di mattina verso le 9.30/10.00..i colori sono incredibili.Soprattutto nella caletta a fianco sulla sinistra. Qui abbiamo avvistato 1 manta, dei pesci grandi e colorati e delle seppie.Non aggiungo altro e vi lascio alle foto.

Anse Lazio – Praslin

Anse Lazio – Praslin

Anse Lazio – Praslin

Ad Anse Lazio troverete sempre chi vende la frutta fresca, noi abbiamo avuto la fortuna di trovare anche un piccolo bar e un ristorante aperto (che però non abbiamo testato).

Honesty Bar – Anse Lazio

ANSE VOLBERT – COTE D’OR – Praslin 

Bella spiaggia estesa dalla sabbia bianca finissima che sembra quasi farina. Acqua meno trasparente ma dalle sfumature incredibili. Riuscirete a distinguere tantissime fasce di colori differenti dall’azzurro chiaro (quasi fosforescente) al blu. Bellissima da fotografare, tante palme che rendono ancora più speciale la scenografia. Numerosi i ristoranti e i locali sulla spiaggia. Numerosi anche i beach boys che vi assilleranno per fare il tour in barca con loro (sconsigliato in questo periodo dal mio punto di vista per il mare spesso mosso).

Anse Volbert – Praslin

Anse Volbert – Praslin

ANSE GEORGETTE – Praslin 

Si raggiunge tramite la corsa opposta dell’autobus 61/62 direzione Mont Plasir. Si trova a metà tra l’aeroporto e Mont Plasir. Si accede tramite il lussuoso Lemuria Resort e dopo una passeggiata di circa 20 minuti in mezzo ad un campo da golf. É necessario prenotare qualche giorno prima (per andare durante i weekend dovete muovervi con maggior anticipo), potete farlo quando arrivate facendo telefonare dal vostro hotel oppure mandando una email. Solitamente danno due orari di ingresso : 10.00 o 12.00. All’ingresso controlleranno se siete sulla lista e vi faranno firmare per accedere. La strada che porta alla spiaggia non costeggia il Lemuria Resort perciò scordatevi di trovare un qualsivoglia ristorante/bar o punto di ristoro, troverete al massimo un locale che vende frutta fresca direttamente in spiaggia.. quindi attrezzatevi. Sulla cartina Anse Georgette sembra vicina ad Anse Lazio….sembra! Non c’è una strada che le collega direttamente, con l’autobus bisogna rifare tutto il giro dell’isola nel senso opporto. Sulla mappa segnalano un percorso a piedi di circa 45 minuti  da Anse Lazio ad Anse Georgette ma alcuni nostri amici che sono andati ci hanno raccontato di un sentiero non segnalato e dove devi spostare le piante per farti strada..ci hanno impiegato circa 2 ore! Anse Georgette resta una delle nostre spiagge preferite. Facendo snorkeling abbiamo visto 3 mante!!

Anse Georgette – Praslin

VALLEE DE MAI – Praslin

La Vallee de Mai fa parte del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO, è stata spesso definita “Giardino dell’Eden” e rappresenta ciò che resta delle foreste di palme originali delle Seychelles dove si trovano i famosi Coco de Mer. In questa giungle incontaminata potrete osservare (se riuscite a trovarli 😉 ) diverse specie di uccelli, rane, Gechi e piante.

Biglietto di ingresso : 300 Sr/20 € circa Durata della visita: Potete scegliere tra vari percorsi (1 ora, 2  ore o 3 ore).

Vallee De Mai – Praslin

ANSE SOURCE D’ARGENT – La Digue

Forse una delle spiagge più fotografate al mondo e meta di tantissimi viaggi di nozze grazie alla sua sabbia bianchissima e alle sue rocce granitiche. Acqua trasparente e poco profonda dai colori surreali. Verso il pomeriggio la marea si alza e già dalla tarda mattinata è possibile fare snorlìkeling. Noi siamo riusciti a nuotare con una tartaruga e con dei pesci enormi e colorati. Consiglio di portare le scarpette perché è quasi tutta barriera corallina. Per accedere ad Anse Source D’Argent si paga un ingresso di 100 Rupie/circa 7 € che permette di accedere ad un parco dove troverete diverse piantagioni (tra cui la piantagione della vaniglia) e delle meravigliose tartarughe giganti. Se tornate per tre volte (presentando i biglietti di ingresso precedenti) il quarto ingresso è gratuito.Troverete un ristorante non proprio economico appena prima della spiaggia e 2/3 locali che vendono frutta.Tappa obbligata delle Seychelles. Imperdibile.

Anse Source D’Argent – La Digue

Anse Source D’Argent – La Digue

Abitiamo in un paradiso, ma non ci curiamo di saperlo.
Fëdor Dostoevskij

 

ARRIVEDERCI SEYCHELLES…

cof